sabato, dicembre 20, 2008

Cena NIPPO TRIPPO al Magazzino


Che la serata fosse quella giusta si intuiva da pochi piccoli segni che mi facevano ben sperare sin dall'inizio:

1) il ristorante il Magazzino in piazza della passera era aperto (mai fidarsi di un uomo che quando sei a tavola ti invita ad una degustazione di sushi e trippa mentre parla con delle bottiglie di vino)
2) All'interno del ristorante sono stato accolto da sorrisi e saluti (invece che dai soliti coltelli volanti)
3) polpetta di lampredotto rubata alla fantozzi
4) prosecco offerto
5) vestito giustamente attillato della sommelier
6) vestito giustamente attillato della sommelier
7) e soprattutto vestito giustamente attillato della sommelier

Alle 9 ci si siede a tavola (dopo 30 minuti di diatriba sulla scelta di una posizione che andasse bene al nobilfilippo) e fortunatamente tutti hanno resistono alla tentazione di infilarsi nel naso le bacchette con ideogrammi cinesi davanti ai propri posti.
All'inizio la degustazione è proceduta in modo abbastanza ordinato e rigoroso:... una zuppetta di lampredotto e miso, tempura di trippa, un paio di rolls a testa e l'allegra combriccola moderatamente tranquillo...poi il rigore nipponico della degustazione ha cominciato pian piano a incrinarsi: zuppe di trippa son ritornate (da sole), i rolls pure non so quante volte, il mio vicino che sente del melone nel suo bicchiere di vino (n'avrà beuto troppo?), barche zeppe guancia con patate spuntate dal niente sui tavoli eppoi vino ed ancora vino ed infine il nostro Anfitrione (stranamente ruotante intorno al mio punto focale) che ci parla di piramidi costruite da etruschi con il cad ed egiziani estinti per colpa di Sting.


Anche sta girata di cene con 2spaghi ho mangiato come un budello, bene, divertente e gustoso. Bellissimi gli arredi soprattutto quelle bottiglie rimaste sigillate e piene di liquido trasparente accanto ai fiori sui tavoli volanti. Esperimento decisamente riuscito!!!

2 commenti:

lumachina ha detto...

Dhe, auguri!


PS: forza Lazio!

Anonimo ha detto...

Oh fava, per la cronaca anche KEVIN COSTNER incide dischi country. MITICO: